Il punto al 30.12.2006

Siamo alla fine di un 2006 ricco di soddisfazioni per tutti noi dell’Atletica Villa Aurelia. In tanti abbiamo portato in alto il nome della nostra società e soprattutto, abbiamo dimostrato a noi stessi che la volontà e il sacrificio premiano sempre, lo dimostrano le decine di tempi personali demoliti con nuovi di tutto rispetto.

E’ stato anche un anno costellato da infortuni che hanno colpito molti dei nostri migliori atleti, come ad esempio Ale Caniggia, Francesco Robocop Pugliese, il coach Pino Russo, e ad un mese dalla maratona di Firenze Max Manocchio, tutti a parte il coach che se le cavata con qualche settimana di stop, sono in lento miglioramento se non ancora ai box come Massimo, a tutti loro va il nostro abbraccio ed il più caloroso in bocca al lupo affinchè si legga al più presto il loro nome in classifica, magari dopo una maratona da record.

E poi come non sottolineare a proposito di volontà e risultati, la stupenda favola del nostro mister, sotto i ferri per un intervento chirurgico non di poco conto, pronosticata una lunga riabilitazione, dopo due mesi era già in strada pronto ad affrontare la preparazione per Chicago, dove è volato al traguardo in 3h16 , è proprio il caso di dire che “i valorosi guerrieri si vedono dove c’e un grande comandante ! “ Grazie per la lezione di impegno, stile e caparbietà.

E come non citare tra i guerrieri Claudio Arcasenza, quattro maratone in meno di due mesi , di cui le ultime tre in 20 giorni, Chicago, Firenze, latina e Ostia tutte sotto le tre ore , con una media di 2h57 . Carletto Sapora onora la sua grande carriera con la 63a maratona a Ostia , e Stefano Donati che finalmente tocca le 2h57, coronando un 2006 strepitoso con cinque maratone tutte sulle 3 ore, come il forum coach Ilario Scrocca, con altalenanti risultati ma con tante 42 per lui quest’anno, piu’ di qualcuna sotto le tre ore. Eppoi Dado’ Calo’ e Fabietto Formisano che in terra statunitense chiudono in 3h08 e 3’10, per Fabio ben 4 minuti in meno rispetto al vecchio personale . Benvenuto a Filippo Nugari figlio d’arte, al primo anno di esperienza si presenta subito con un 41’ alla Best Woman, ed è solo l’inizio. Menzione speciale per Andrea Vinci miglior marathon man della nostra società con un 2’47 da incorniciare.

Intanto alla Best Woman ci classifichiamo quale terza società più forte, come a Civitavecchia, le classifiche finali di società ci vedono spesso sul podio , con un numero inferiore di atleti rispetto ad altre, ma la nostra QUALITA’, fa decisamente la differenza.

Belle e bravissime le nostre ragazze, con l’agguerrita più che mai Flaminia Di Liello che stupisce a Firenze con un 3h28 che la innalza a seconda miglior marathon woman per il nostro circolo del 2006 (la detentrice della miglior performance, lo ricordiamo, è Raffaella Mele con 2h23') , Paoletta Curcio in 4 ore, alla sua terza maratona in un anno illumina Chicago, quindici mesi fa era un risultato per lei impensabile ! Le due esperte Francesca Azzaro e Raffaella Mele chiudono Firenze in 3h30', dopo una galoppata meravigliosa , in tre minuti arrivano tutte, con grande spirito di squadra . Per la sezione Forum, menzione speciale per la sempre tonica Patrizia De Acutis e la webrunner Francesca Ruffa sempre presente nelle gare che contano.

Ecco proprio questa ultima immagine vorrei eleggere come simbolo di questo 2006, la compattezza e la grande coesione di un gruppo, il nostro, che si sprona a vicenda, una piccola grande famiglia dove tutti ci ritroviamo , nei momenti di ilarità, con i bellissimi sfotto’ e nei momenti duri, quando bisogna dare tutto, le ragazze a Firenze ne sono l’immagine e l’esempio.

Ricordiamo con gioia i grandi campioni che quest’anno hanno portato l’Italia a conquistare allori mondiali, Bettini campione del mondo di ciclismo, Vanessa Ferrari nella ginnastica artistica, prima volata storica, Margherita Granbassi nella spada, Torino 2006 con gli ori strepitosi di Enrico Fabris nei 1500 su ghiaccio , Enrico di Centa nei 50 km e Ice man Armin Zoeggeler nello slittino, Andrew Howe oro europeo nel salto in lungo e guardando i filmati di questi giorni, in alcuni momenti rivedo nei loro volti quella sofferenza e nello stesso tempo quella gioia che anche noi nel nostro piccolo proviamo quando otteniamo un buon risultato, a loro ispiriamoci per il nostro impegno e determinazione ho lasciato per ultimo , perchè è il più grande, il nostro Stefano Baldini, grande Re di Maratona in Svezia, quel pugno teso sul traguardo di Goteborg, dopo le braccia tese a mo’ di airone di Atene 2004 e quello sguardo da chi non molla fino all’ultimo, portiamolo sempre con noi, c’e un po’ di noi , ad ogni nostro taglio di finish line .

Come sempre chiedo scusa per i non citati, ma quando parlo della squadra parlo di tutti noi, ci sei anche tu che non vedi scritto il tuo nome.

Brindiamo all’anno nuovo e ci ritroveremo ancora uniti ed insieme al via della Corsa di Miguel, piuttosto che alla Tre Comuni, eppoi tutti alla Roma Ostia, alla Maratona di Roma, il 2007 ci porterà a Parigi….. Auguri a tutti per un anno nuovo ricco di soddisfazioni.

…..On the road again, sempre !! Forza e Onore .

Francesco Quintiliani